Ritocco Degradé: tutto ciò che c’è da sapere

Degradé Joelle

Ritocco Degradé: tutto ciò che c’è da sapere

arrow-down

La salute dei capelli è importante: mantenere un capello bello, sano e luminoso è esattamente quello che ogni donna vuole. Non basta andare solamente una volta dal parrucchiere… non ha la bacchetta magica. Con il ritocco puoi prenderti cura del tuo Degradé, in salone o a casa in maniera autonoma.

Come si fa il ritocco del Degradé

In generale il ritocco serve per ricostruire il Degradé. Riprendendo sia la parte dove è stato applicato il Koleston Perfect (o Illumina Color) sia la parte dove è stato applicato il Color Touch e andando a colorare per quanto possibile le stesse ciocche, è possibile portare nuova luce ai propri capelli. 

Con il classico ritocco orizzontale tutti i principi del Degradé vengono distrutti perché si crea un’antiestetica barratura orizzontale. La cliente che pretende di fare i ritocchi con la classica colorazione orizzontale non è adatta per il Degradé (se vuoi approfondire, Degradé e colorazione orizzontale: tutte le differenze).

Il ritocco si fa in verticale con le prese a vista che non si prendono in attacco, ma più in lunghezza andando a guardare cosa c’è di più chiaro e di più scuro. L’unico ritocco in orizzontale che è ammesso nel Degradé è il ritocco con il Color Fresh.

Analizziamo le due tipologie di ritocco.

Ritocco verticale

Il ritocco del Degradé in salone si effettua in verticale, alternando il Color Touch a prodotti come il Koleston Perfect o Illumina Color, anche se in precedenza sono stati effettuati più passaggi.

Di conseguenza si utilizzano due bacinelle, una con CT e una con KP o Illumina Color (si può ricorrere all’ausilio della terza bacinella di DH per schiarire e sfumare). 

Il parrucchiere può aumentare o diminuire le schiariture in base ovviamente alle esigenze della cliente.

Le prese devono essere selezionate a vista, prendendole a dovuta distanza dalla testa. Si deve riprendere ciò che è schiarito dal Degradé precedente, separandolo da quello scuro.

La grandezza è dettata dalla richiesta del caso, scegliendo la giusta nuance e la giusta gradazione da effettuare e pianificando quale parte della testa interessare.

Il ritocco può essere infatti parziale, frontale o semi-totale e il prezzo viene scelto in base al lavoro da fare.

foto dopo ritocco
foto prima ritocco

Ritocco con il Color Fresh

Il Color Fresh è un prodotto a colorazione diretta e l’unico che viene utilizzato in orizzontale in quanto non è ostacolante al colore chimico. I pigmenti presenti si aggrappano alla cuticola, senza modificare la struttura del capello e senza lasciare traccia. 

La formula del suo PH è acida, per cui chiudendo le cuticole dona lucentezza ai capelli. È un ottimo alleato del Degradé e con il suo utilizzo la cliente con i capelli bianchi non è mai in disordine.

Il ritocco con il Color Fresh si può effettuare circa 2 settimane dopo il Degradé e può essere realizzato ogni volta che si lava i capelli. Nella prima applicazione è possibile che non mascheri, perciò si suggerisce di iniziare con pochissima ricrescita.

Già dalla seconda applicazione si ottengono buoni risultati. Data la facilità di applicazione, la cliente è libera di farlo ovunque (casa, palestra, piscina, ecc.).

Se la cliente non vuole tornare in salone, il parrucchiere deve semplicemente prepararlo e dare direttamente la confezione alla cliente.

Come applicare correttamente il Color Fresh a casa

Per procedere correttamente nell’applicazione, bisogna tener conto di alcuni punti cruciali (cornice intorno al viso, punto riga e laterali).

Dopo aver fatto lo shampoo e asciugato questi punti bisogna applicare il Color Fresh e schiacciare il prodotto depositato. Il Color Fresh se massaggiato fa schiuma e non colora più. Ha una consistenza gel/liquida, solamente pigiando la zona in cui è stato messo, si allarga e di conseguenza copre una zona più vasta. 

Occorre far scendere una goccia di CF, schiacciare, vedere dove arriva e mettere altro prodotto dove manca, coprendo di conseguenza tutta la riga interessata.

La nuance da utilizzare è quella più simile al colore che si trova alla base (si possono miscelare più nuances). Il tempo di posa è di 20 minuti, appoggiando sulla zona frontale una stagnola. 

Il ritocco con il CF è l’unico che permette al parrucchiere di utilizzare il pennello in orizzontale. E’ importante però valutare se la conformazione del capello lo permette.

Esistono infatti dei capelli enormi la cui corteccia è impenetrabile. La cuticola del capello è formata da strati di squame, più sono chiuse più il capello è compatto, quindi il CF non è in grado di attaccarsi al capello. Più sono aperte, più il capello è poroso, quindi il CF assorbe, penetra e colora il capello. Per questo motivo, occorre valutare di caso in caso e capire se è possibile lavorare utilizzando il pennello in orizzontale. 

La gestione del ritocco

In genere alcune clienti vogliono parzialmente ritoccare il Degradé tra un periodo e l’altro della ripresa, dopo circa 15 giorni o un mese. Il fattore principale da tenere in considerazione nella gestione dei ritocchi è l’esigenza della cliente, da ciò che vuole e anche da quanto vuole spendere. 

Al parrucchiere potrebbero bastare 2 cartine ogni 15 giorni perché la cliente vuole tornare in salone ogni 15 giorni e in questo si parla di ritocco parziale. Oppure potrebbero essere applicate su tutta la testa perchè vuole tornare non prima di 2 mesi e in questo caso si tratta quindi di una ripresa totale. O ancora potrebbe anche succedere che la cliente effettui il ritocco a casa in maniera autonoma. 

Più la percentuale dei capelli bianchi è alta e prima bisogna agire. Per la prima volta è consigliato fare il ritocco in salone, proprio perché è possibile mostrarlo bene alla cliente e inoltre si ha la possibilità di vedere quale sia la nuance più adatta. 

Dopo 15-20 giorni il ritocco è richiesto là dove c’è presenza di capelli bianchi (in genere incentrati sulla cornice): non agisce in schiaritura ma solo in copertura.

Il ritocco effettuato dopo 45 giorni è il più classico e utilizzato, con ricrescita di circa 2 cm e il Degradé ancora bello in lunghezza. Dopo 30 giorni si effettua il ritocco sul punto riga colorando ultimi presidi dei rettangoli anteriori.

Le clienti che non hanno problemi a tornare in salone possono essere sottoposte a ritocchi che generalmente sono di 3 tipologie: 

Conclusioni

Il ritocco fa parte del progetto costruito insieme al parrucchiere per raggiungere e mantenere il risultato desiderato. Permette di soddisfare anche le esigenze personali di quelle clienti che non vogliono tornare spesso in salone in quanto è possibile effettuarlo anche a casa. Che tu lo faccia in salone o in autonomia, il ritocco è davvero utile per far tornare a brillare i tuoi capelli.

© tutti i diritti riservati 2022