Le differenze tra il Degradé Joelle e le Meches

Degradé Joelle

Le differenze tra il Degradé Joelle e le Meches

arrow-down

All’apparenza potrebbero sembrare simili, ma in realtà Degradé e Meches sono due tecniche con profonde differenze.

Scopriamole insieme.

Le due tecniche

Meches

Le Meches sono un’invenzione dell’hair stylist Jacques Dessange.

Il parrucchiere francese, presenza fissa alle sfilate di Dior e Chanel a Parigi e Official Partner del festival di Cannes, sperimenta questa tecnica negli anni ’60 con clienti come Brigitte Bardot e Jane Fonda.

A partire dagli anni ’70 la tecnica spopola nei saloni di tutto il mondo, con grandi picchi di popolarità negli anni ’90 grazie ai video di MTV con protagoniste le popstar internazionali con i loro capelli coloratissimi.

Meches Christina Aguilera
Le iconiche Meches di Christina Aguilera agli inizi degli anni 2000

Degradé

Il Degradé è una tecnica 100% Made in Italy, un’idea del parrucchiere marchigiano Claudio Mengoni, istituzione dell’hairstyling italiano e fondatore del gruppo Centro Degradé Joelle.

E’ una tecnica più recente rispetto alle Meches.

Il primo Degradé della storia non fu eseguito sui capelli di Brigitte Bardot ma su quelli di una ragazzina di 13 anni che desiderava una chioma più chiara, ma allo stesso tempo naturale.

Per la sua cresima sognava dei capelli con un effetto simile ai colpi di sole dopo una vacanza al mare.

Il Degradé dona colore e brillantezza alla chioma senza stravolgerla: è questo il segreto di una storia di successo che dura da più di 30 anni.

Degradé biondo chamapagne

Differenze tra Degradé e Meches

I contrasti delle Meches

Le clienti amano le Meches per i loro contrasti netti tra le ciocche e le sfumature molto decise. 

Le ciocche selezionate sono larghe e spesse, e sono divise da vari fogli di carta stagnola per evitare che la colorazione vada a macchiare il resto della chioma.

A questo scopo si utilizza spesso anche un’apposita cuffia dotata di fori da cui fare uscire i capelli da schiarire, per tutta la loro lunghezza.

Le ciocche selezionate dopo essere state decolorate vengono tinte con la stessa tonalità.

Se vogliamo creare uno stacco netto per un look più appariscente possiamo anche scegliere dei toni molto distanti da quelli originali.

Toni di colore molto diversi danno più spessore e consistenza ottica alla chioma.

Sono molto adatti a chi ha capelli sottili e poco voluminosi, invece se cerchiamo un effetto più naturale è bene applicare un tono vicino a quello della base di colore non trattata.

Le sfumature del Degradé

Il Degradé nasce proprio da questa esigenza di naturalezza: per certi versi rappresenta un’evoluzione della tecnica delle Meches.

Tra le due lavorazioni ci sono molte affinità: in entrambi i casi la colorazione non avviene per via orizzontale come nelle tecniche tradizionali, ma verticalmente e solo su alcune ciocche.

La lavorazione del Degradé però si fa più complessa rispetto a quella della Meches.

Le ciocche selezionate infatti non sono uniformi come quelle delle Meches, ma sono di forma e dimensioni molto diverse: nel gergo tecnico vengono chiamate prese.

All’inizio della lavorazione il parrucchiere separa i capelli della cliente in tre sezioni.

Da ogni sezione vengono selezionate diverse prese, che in ordine di spessore vanno dai fili di colore e le venature ai nastrini e le lunette.

Durante l’esecuzione del Degradé non si lavora mai su tutta la chioma.

Le ciocche selezionate rappresentano una parte minoritaria dei capelli, una percentuale compresa tra il 10 e il 40%.

Le prese sono separate da sottili fogli di carta stagnola, e vengono colorate con tonalità diverse.

Di solito i parrucchieri usano fino a 3 toni, mai troppo distanti tra loro, per dare alla chioma l’effetto più naturale e meno artificiale possibile.

Il Degradé quindi funziona con tutti i colori: l’importante è non allontanarsi troppo dalla base di partenza.

Anche i capelli scuri si adattano al Degradé: il nero può sfumare fino al moka o al cioccolato, il castano scuro fino al biondo cenere.

Degradé Castano

Naturalmente anche le tonalità più chiare si sposano alla perfezione con il Degradé.

Il castano chiaro tenderà al biondo dorato, il biondo al platino e anche con il rosso si possono ottenere effetti bellissimi giocando con il ramato e il biondo miele.

Degradé Biondo

Qual è la tecnica migliore per mantenere il capello sano?

Il Degradé e le Meches sono due delle tecniche più salutari e meno invasive per il capello. 

Entrambe non richiedono di decolorare interamente i capelli per poter lavorare su una base di colorazione omogenea.

Per prolungare gli effetti della colorazione precedente quindi non si dovrà lavorare su tutta la chioma ma solo sulle ciocche già trattate.

Abusare con i prodotti decoloranti può compromettere la salute del capello.

Molti di essi contengono soluzioni a base acida contenenti ammoniaca che aggrediscono i capelli sottraendogli i pigmenti necessari al loro sostentamento.

Il Degradé fa della salute del capello una delle sue mission principali: nei saloni Joelle alterniamo coloranti con riflessanti a base di cera d’api privi di ammoniaca.

I vantaggi per la cliente nell’indossare un Degradé Joelle

Il grande vantaggio del Degradé rispetto alle Meches e alle altre tecniche di colorazione è la perfetta integrazione con la ricrescita naturale dei capelli.

Il Degradé non copre mai il colore naturale , ma lo valorizza per evidenziare la gradazione e le sfumature originate dall’applicazione di colori di tono diverso.

Il Degradé Joelle annulla quindi il problema della ricrescita.

La cliente non dovrà più presentarsi in salone ogni mese per prolungare gli effetti della tinta: il Degradè mantiene tutto il suo splendore per almeno tre mesi, ed è ben visibile a sei mesi del servizio effettuato.

In più una volta fatto non richiede grossi aggiustamenti, è possibile anche lavorare su alcune delle ciocche già trattate con uno Starlight.

Questa innovativa tecnica brevettata da Centro Degradé Joelle permette di estendere gli effetti del Degradé in maniera ancora più leggera e meno invasiva per la chioma.

Degradè biondo cenere

Le Meches e il Degradé sono due stili di grande qualità, perfetti per dare nuova luce alla propria chioma senza compromettere la salute dei capelli.

Tuttavia il Degradé si dimostra una tecnica ancora più versatile e adattabile alle richieste delle clienti.

Le Meches si applicano su ciocche a forma di lunetta e con un rigonfiamento al centro: l’effetto della decolorazione è più visibile ai lati rispetto alla parte centrale.

Il risultato è una sfumatura disomogenea dai contrasti molto netti e artificiosi.

Il Degradé invece lavorando su ciocche di diverse dimensioni può creare sfumature leggere, ma allo stesso tempo anche i contrasti decisi delle Meches, con un effetto ancora più gradevole e naturale.

© tutti i diritti riservati 2022