Miss Degradé 2018: l’avventura comincia

Miss Degradé

Miss Degradé 2018: l’avventura comincia

arrow-down

Le emozioni della finale 2017 non sono ancora sbiadite, ma la nuova edizione di Miss Degradé è finalmente alle porte.

Anche quest’anno torna l’esclusivo concorso di bellezza firmato Centro Degradé Joelle, che ha raggiunto popolarità e successo straordinari.

Il concorso, dedicato esclusivamente ai saloni del gruppo, premia le ragazze che più sposano l’eleganza e la naturalezza dello styling firmato Centro Degradé Joelle.

Ogni aspirante miss potrà fare sfoggio del suo meraviglioso Degradé durante lo shooting professionale che darà vita allo scatto perfetto necessario per accedere al concorso.

L’occasione è preziosa non soltanto per le ragazze che sperano di riuscire a compiere i primi passi nel mondo della moda, ma lo è anche e soprattutto per i gli stylist del gruppo.

Grazie a Miss Degradé, i saloni possono mettere in luce il loro lavoro, acquisire sempre maggiori competenze nell’organizzazione di shooting fotografici e beneficiare dell’incredibile viralità dell’iniziativa.

Ogni edizione del contest ha infatti risonanza sempre maggiore sui social network e sui media di settore ed è ormai un riferimento importante nel panorama dei concorsi di bellezza.

La scorsa edizione ha fatto registrare numeri da capogiro.

Più di 420.000 pagine visualizzate, più di 140.000 utenti sul sito Miss Degradé, più di 145.000 sessioni provenienti da Facebook e più di 59.000 voti.   

La forza del brand Joelle e il sogno di migliaia di ragazze di diventare modelle hanno contribuito a rendere il concorso quello che è oggi.

Dietro Miss Degradé c’è però molto di più questo.

Il contest non è solo una banale passerella, ma è piuttosto un’esperienza di vita.

Non si tratta solo di mostrare le proprie doti fisiche, ma di mettersi in gioco ad un livello profondo, affidandosi completamente al proprio salone.

Quello che si instaura tra il salone e la sua aspirante miss è infatti un rapporto speciale, fatto di condivisione e supporto reciproco, fin dalle prime fasi del casting.

L’hair stylist che accompagna la miss non è semplicemente il suo parrucchiere, ma diventa il suo mentore, la persona in grado di motivarla e darle fiducia lungo il percorso.

Le storie dei saloni e delle miss che raccogliamo ogni anno non sono altro che la conferma del profondo legame che si viene a creare tra le ragazze e i loro stylist.

Ma non solo.

Si potrebbe pensare che un concorso di bellezza stimoli la competizione e che non incoraggi di certo la solidarietà femminile.

Invece le voci dal backstage ci dicono ogni volta una cosa diversa.

I racconti delle ragazze parlano di amicizie che nascono durante il concorso con la speranza che continuino anche oltre, di gruppi whatsapp su cui scambiarsi consigli e incoraggiamenti, di crescita e confronto grazie ai diversi vissuti delle partecipanti.

E sono proprio queste storie che ci dicono che siamo sulla strada giusta, che non stiamo portando avanti solo un ideale di bellezza effimero, ma qualcosa di molto più importante.

Ci piace pensare che ogni aspirante miss esca arricchita da questa esperienza, a prescindere dalla corona.

Valeria Gisonna Miss Punte Aria Joelle 2017

Miss Degradé trasmette quindi un messaggio prezioso, che sta alla base della filosofia Joelle.

Crescita, condivisione, lavoro di squadra e sostegno reciproco sono l’anima del gruppo e sono valori che trovano spazio anche e soprattutto nel concorso.

Questa edizione 2018 ci trova carichi di vibrazioni positive.

I saloni del gruppo sono pronti per mettersi nuovamente alla prova, dando libero sfogo alla propria arte attraverso la creazione del miglior Degradé Joelle e molte ragazze in tutta Italia sono sicuramente in attesa della loro occasione per scattare le loro prime foto a livello professionale.

L’avventura è cominciata.

Non ci resta che attendere insieme a voi la fine della fase di casting per scoprire le 16 finaliste di questa nuova, strepitosa edizione di Miss Degradé!

Scopri di più su Miss Degradé.